Questa cameretta ha una particolarità che la rende unica, è (a livello spaziale) la gemella de “La crociera dei sogni”. Si trova infatti nella stessa casa ed è attaccata all’altro ambiente. Di conseguenza anche questo ambiente presentava le stesse identiche problematiche, legate a spazio, scomodità della scala a pioli e necessità di ottimizzazione. La forte verticalità della stanza, unite alla passione per i viaggi della famiglia, mi ha fatto da subito pensare alla realizzazione di un piccolo scorcio di Parigi, quasi un vicoletto che portasse ad una mansardina.

Come nella cameretta “la crociera dei sogni” anche qui c’era la necessità di ottimizzare lo spazio superiore, rendendolo sicuro mediante una chiusura, se di la ci si trovava in una cabina di comando, qui si entra in una piccola mansardina, delimitata dal tipico tetto inclinato alla francese ed il suo abbaino, completo di finestrella dalla quale affacciarsi e guardare nel vicolo. Vicolo realizzato mediante la creazione di una finta facciata con delle finestre che oltre ad arredare, fungono anche da luce di compagnia per la notte. Un’altra falsa finestra a persiane, cela invece un accesso diretto ad un ulteriore soppalco contenitore.

a cura di:
Studio Brizielli
Progetto:
Cameretta esperienziale
Tempi:
ca 1 mese
cliente:
Privato
Stile:
Angolo
Parigino
data:
Gennaio 2021

Dettagli di design

Varcando la soglia di questa cameretta, si è avvolti da un’atmosfera calda e accogliente, i toni chiari e caldi degli intonaci e delle bugnature del palazzo, si sposano con la parte dipinta a trompe l’oeil, incorniciata dall’albero  tinto dei colori autunnali. Nella parte inferiore, il sottoscala si unisce al resto dello spazio che con una scrivania pieghevole, delle mensole e vari elementi di arredo, crea un’area destinata al gioco, al disegno ed anche ai compiti. L’armadio grazie alle sue ante specchiate, crea una sensazione di maggiore ampiezza, duplicando visivamente gli elementi scenici ricostruiti.

Salendo nella parte superiore, l’albero e la sua finta aiuoletta, sono incastonati nella grande scala, che grazie alle sue ringhiere in ferro e alle parti intonacate, suscita appieno la sensazione di un ambiente esterno. Il tetto inclinato, come dicevamo prima, ci accoglie ad entrare nella mansardina. Il suo colore, simula quello del piombo ma con toni più delicati, tendenti quasi ad un grigio verdino, che si fonde al meglio con tutto il resto. Un grande letto singolo, una TV, delle grandi mensole d’appoggio e delle lampade calde, creano invece la magica atmosfera dove dormire al sicuro nella propria casetta.

[3,60m]

h camera

[6m2]

SOPPALCO

[4,5m2]

specchi

[1]

SCALA CON 8 GRADINI

Risultati incredibili

Il giorno di presentazione di questa camera, rimarrà memorabile, perché la bambina è rimasta davvero sorpresa e lei che non desiderava affatto lasciare il lettone di mamma e papà, già dalla prima notte invece ha dormito nella sua cameretta assieme al fratellino. A rendere la consegna ancora più divertente ci si era messa un’ospite speciale, una delle loro gattine, che non solo ha esplorato tutta l’ambiente ma si è anche prestata a modella per svariati scatti fotografici.