Il rifugio nel bosco, racchiude nel suo nome l’ispirazione del progetto. L’esigenza della famiglia era quella di creare una cameretta, dalle funzioni però anche di spazio giochi,per cercare di abituare il bambino a dormire da solo e a conquistare i suoi nuovi spazi. La passione per tutto ciò che è “green”, mi ha facilmente orientato su qualcosa che avesse per l’appunto le caratteristiche di un piccolo rifugio nel bosco. La stanza però presentava alcune problematiche. Gli spazi non erano molto grandi , solamente 3 metri per 3 a fronte però di una notevole altezza di 3,40 metri.

Sfruttando il concetto di letto montessoriano, ho potuto dividere lo spazio in due come sempre, lasciando la parte superiore a disposizione per un futuro letto ma attualmente come area per i giocattoli non usati frequentemente. Utilizzando un armadio a 6 ante completamente a specchio, l’area della cameretta risulta raddoppiata e l’aver convertito un piccolo armadio a muro in un vano aperto all’interno della casetta realizzata, ha dato la possibilità di avere maggiore spazio a disposizione. Il tutto avvolto per così dire da un grande albero, realizzato con tronco di quercia di recupero, completato da circa 2500 foglie.

a cura di:
Studio Brizielli
Progetto:
Cameretta esperienziale
Tempi:
ca 20 gg
cliente:
Privato
Stile:
Bosco
Natura
data:
Agosto 2018

Dettagli di design

Aprendo la porta ci si trova immersi in un ambiente arioso e rilassante. Il cielo azzurro realizzato sia sul tetto che sulle pareti, è traguardato da delle piccole colline verdi sfumate , che si rispecchiano nell’armadio da un lato e che si perdono nella struttura della casetta dall’altro. Pali di abete fanno da cornice a travi listellari che danno alla casetta quel tipico effetto rustico e vissuto, che abitualmente una struttura di questo stile presenta. Le foglie dell’albero assieme a finti muschi e sfumature verdi sul tetto, creano un’ atmosfera vissuta, che connette in modo continuo i vari elementi.

Essendo gli spazi abbastanza piccoli, sono stati ancor più importanti i piccoli dettagli. L’interno della casetta è particolarmente caldo ed accogliente. Lo spazio del vecchio armadio a muro è stato trasformato in un piccolo vano con mensole realizzate in abete e appositamente “rovinate” per farle apparire più rustiche e non perfettamente squadrate. Angoli smussati, piccole sfumature , colori caldi e neutri, creano così un ambiente confortevole e rilassante in piena linea con quello che la famiglia sognava che la camera “raccontasse”.

[3,40m]

h camera

[3m2]

SOPPALCO

[7m2]

specchi

[1]

albero artificiale

Risultati incredibili

Raccontare le reazioni dei bambini spesso è davvero facile, il piccolo in questione che aveva quasi paura dell’idea di avere una sua cameretta con un suo letto, se subito prima che si aprisse la porta era quasi intimorito all’idea di entrare, subito dopo, con un grande sorriso sul volto sì è letteralmente “tuffato” nel letto all’interno della casetta, saltando dalla gioia e trovando rifugio nel vero senso della parola. Poche ore dopo essere andati via, ricevo un messaggio dalla sua mamma, con una foto di lui, che mentre stava giocando, si era serenamente addormentato li dentro. Questo mi ha letteralmente riempito il cuore di gioia.